Monti e’ di destra o di sinistra?

mario-monti

Nonostante le due vecchie categorie della politica destra e sinistra, dicano poco o nulla sono molti quelli che si chiedono a quale orientamento politico appartenga Mario Monti. Mentre in un primo momento infatti sembrava che l’attuale presidente del Consiglio potesse correre alle prossime elezioni guidando una coalizione ( pd piu’ terzo polo?) avversa alla destra adesso secondo alcune fonti accreditate anche Silvio Berlusconi sonda la possibilita’ di sostenere Mario Monti dopo le elezioni politiche del 2013. A parte i calcoli futuri che spingono i due principali schieramenti a non regalare all’avversario una leadership forte come quella dell’ex commissario europeo sembra che sia la destra (il PDL) sia la sinistra ( il PD) vedano nell’attuale governo quello che fa piu’ comodo vedere ai loro occhi, ma soprattutto agli occhi dei loro rispettivi elettori.

Se per il suo convinto europeismo infatti Monti potrebbe essere considerato di centro-sinistra per la sua sensibilita’ ad assecondare i mercarti, le banche e la finanza potrebbe essere considerato di centro-destra. Se con la sua riforma delle pensioni l’attuale governo ha colpito soprattutto gli elettori di sinistra i controlli a tappeto del fisco in molte realta’ economiche italiane appaiono lontanti dall’ideologia di destra, o meglio di quella destra che abbiamo conosciuto in questo ultimo ventennio. Se da un lato si liberalizza colpendo soprattutto le categorie che in questi anni hanno votato in massa il berlusconismo dall’altro si cerca di portar avanti una riforma del mercato del lavoro che mette in discussione le tutele fortemente difese dai sindacati. E quindi ? Di che pasta e’ fatto il governo Monti ? E’ di destra o di sinistra?

Molto probabilmente non e’ nulla delle due cose.

Se consideriamo che le problematiche dell’Italia sono complesse, storiche e strutturali mentre le risposte in questi anni sono state sempre faziose e quindi parziali perche’ riconducibili al solito ed inefficace schema sinistra – centro – destra, l’orientamento politico di Mario Monti sembra quello piu’ corretto perche’ non e’ ideologizzato ma guidato dal buon senso. Per questo l’esecutivo in carica gode di un’alto gradimento in tutti gli strati della societa’ nonostante le misure adottate sinora potrebbero essere potenzialemente impopolari.

In questi primi mesi Mario Monti ha cercato di aggredire alcuni malfunzionamenti del nostro sistema non preoccupandosi quale parte politica o elettorato si colpisse, ogni entita’ ha acconsentito a fare dei sacrifici perche’ nessuno si e’ sentito l’unico destinatario ( o vittima) dell’azione del governo. Destra,centro e sinistra appaiono categorie sempre piu’ vuote capaci di veicolare il consenso in fase elettorale ma inadatte a produrre quelle risposte complesse e soprattutto trasversali che la nostra epoca richiede. Per questo piuttosto che chiederci quanta destra o sinistra ci sia nel governo Monti, dovremmo domandarci quanto montismo ci sia nei partiti di oggi e soprattutto quanto ce ne sara’ in quelli di domani. Il resto dei vecchi schemi non conta, e’ ora di agire e pensare di conseguenza.

About these ads

Che ne pensi ?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Unisciti agli altri 74 follower

  • DISCLAIMER

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. L'autore del blog si riserva il diritto di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, l'autore non è in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 74 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: